Oggi più che mai, sono convinta che i leader di maggior successo del futuro sono quelli che gestiscono al meglio il cambiamento.

Come tutti sappiamo, le organizzazioni e quindi i leader oggi hanno a che fare con influenze di molti tipi: riorganizzazioni causate dalla pressione commerciale, nuove richieste da parte delle generazioni di lavoratori più giovani, digitalizzazione e globalizzazione, giusto per nominarne alcune. Per gestire tutte queste influenze, la chiave per i leader di successo è di rimanere fiduciosi ed efficaci durante il cambiamento.

In questo articolo, vorrei affrontare le tre più importanti aree, nella mia esperienza, nella gestione del cambiamento:

  • perché il cambiamento dovrebbe essere una tua priorità
  • cosa ha a che fare con te
  • cosa ti richiede il cambiamento

La gestione del cambiamento: merita uno spazio così importante nella tua agenda?

Siamo tutti stanchi dei processi di cambiamento. Ma c’è un modo mediante il quale possiamo sfuggire a tutti questi processi di cambiamento ovunque? I grandi trend del futuro ci dicono che il nostro mondo cambierà anche più drasticamente nei prossimi dieci anni – principalmente a causa dell’avanzare della tecnologia e di ciò che questa renderà possibile (es: mobilità, intelligenza artificiale, connettività). Questi passi avanti cambieranno in maniera massiccia il mondo in cui viviamo e quindi come lavoriamo. Pur credendo fortemente nell’aspetto positivo di ciò che la tecnologia può fare e di come possa migliorare l’esperienza umana, sono anche consapevole che i talenti della leadership nel futuro saranno più sfidanti. Sintetizzando i cambiamenti così presenti del nostro tempo mediante il modello VUCA, sappiamo che il nostro mondo oggi è più dinamico comprendendo queste quattro forze:

  • Volatilità: I rapidi cambiamenti del contesto in cui operiamo
  • Incertezza: la natura ipotetica del nostro lavoro che consegue a questi cambiamenti
  • Complessità: le interdipendenze tra le nostre decisioni
  • Ambiguità: l’informazione che abbiamo è spesso ambivalente

Quindi, io credo che il cambiamento di per sè meriti uno spazio importante nella tua agenda.

Cosa ha il cambiamento a che fare con te?

Hai sicuramente sperimentato il cambiamento e le difficoltà che lo accompagnano. Nel contesto di cambiamento in un’azienda, avrai probabilmente sperimentato la mancanza di informazione, l’asimmetria di conoscenze, l’inconsistenza di comunicazione, la fatica del cambiamento e quindi la resistenza delle persone. Se sei in una posizione di comando durante un momento di cambiamento, ti troverai a confrontarti con più insicurezza, che sia essa la tua insicurezza o quella degli altri. Come sappiamo dalla ricerca psicodinamica, questa insicurezza fa in modo che le persone diventino più estreme nell’utilizzare le loro preferenze individuali. Ciò significa che il collega loquace diventerà ancor più loquace, la persona silenziosa diverrà più silenziosa. La persona con le migliori performance sarà ancora più in anticipo sulle cose, e potresti perdere alcune persone del tuo team. Quindi il cambiamento rende tutto ciò che senti e che fai ancora più estremo. E questo ha un impatto anche sulla collaborazione: i gap tra le persone diventano più ampi.

Ma puoi gestire coscientemente le diverse preferenze delle persone. E puoi diventare anche più forte per decidere in una situazione di ambiguità. Puoi lavorare più consapevolmente con l’asimmetria dell’informazione.

Quindi ci sono un sacco di cose che puoi fare in modo che diventino naturali quando arriverà il cambiamento. Comincia oggi!

Quali sono le abilità che ti verranno richieste per gestire il cambiamento?

Se sei convinto che gestire il cambiamento diventerà più importante nel futuro e che tu avrai un beneficio dal lavorare consapevolmente con i suoi effetti, allora potresti essere interessato a come le abilità legate al cambiamento saranno importanti in futuro. Restando nel modello VUCA che abbiamo introdotto prima, possiamo assumere che le seguenti abilità saranno sempre più importanti con l’andare del tempo:

  • Instabilità richiede affidabilità: Fai quel che dici e agisci in base alle tue decisioni
  • Incertezza richiede attendibilità: Mantieni il tuo gruppo “sul pezzo”, ascoltali, sii per loro un complice fidato
  • Complessità richiede chiarezza: Semplifica le informazioni, sii diretto e trasparente, condividi quel che puoi
  • Ambiguità richiede direzione: Sii chiaro sullo scopo complessivo, dai incarichi specifici.

In una scala da 1 a 10, quanto sei capace in queste quattro abilità? In ogni caso, queste capacità possono essere allenate o rafforzate e ti aiutano a restare lucido e focalizzato durante il cambiamento.

Basandosi sulla permanenza del cambiamento, sui suoi effetti e sulle abilità richieste, io credo con tutto il cuore che sia necessario che il cambiamento diventi un imperativo ancora più saliente sull’agenda di ciascun leader e che possiamo allenarci per gestire facilmente il cambiamento.

E per quanto riguarda te? “Gestire il cambiamento” è una priorità per te? Quanto siete pronti tu e la tua organizzazione per dare attivamente forma al cambiamento? E per creare nuove opportunità con esso? Se sei interessato a saperne di più su come possiamo supportarti a livello personale, di team o di organizzazione, puoi contattarci qui.

Condividi

Please reply here

Your email address will not be published. Required fields are marked *